cambiare il corso della storia

cambiare il corso della storia

Non sono un granché ‘ste poltroncine, avvolgenti e foderate di rosso sfacciato, cattivo. Anche quel serpentino appeso al soffitto con avvitati dentro tre faretti: roba di serie, non illumina bene e non è per niente grazioso.
Poi magari la prossima volta guardo meglio i libri chiusi dietro al vetro: c’è un eccesso di pulizia che piace e non piace ma tutto sommato in questa tana non si sta male. Lei è gentile, educata, parla bene e costa molto.
Piovere piove madonna come piove, c’è fango a dismisura: fuori e per strada fanno i lavori, evidentemente c’è tanto da sistemare e lei, la professionista esperta che ci riceve confonde i tuoni con il rumoreggiare dei cambius spostamento tubi terra eccetera.
Qua dentro -invece- pare che lo sporco venga tenuto estremamente alla larga, lo dice lo zerbino infilato in terra: raus.
Sono stanca, ora in casa mia, dopo cena. Stanca e sciolta nel dolore e siccome qua posso anche dirtelo lo dico, tanto per dimenticarlo un po’.
Succede che ho sempre tante robe da tener da conto e tutte importantissime, di quelle che non si può scordare ma avrei piacere, ogni tanto, di distrarmi, perdere il filo della vita, dimenticare in giro cose o scordare scadenze.

Invece sono quel genere di cose che non posso assolutamente smettere di aver sopra la testa, è seccante. Mi svuota, in un certo senso, avere sempre da star piena fino all’orlo.

Lei, mia figlia, ha detto a un certo punto be’, io ho il quadro della situazione ma adesso che lo so, cosa cazzo ci posso fare?
Non cambi il corso della storia quando hai fatto il giro del perché e del percome.
Non smetti di soffrire se a farti male sono cose a te estranee, su cui tu non hai alcun potere.

Povera ragazza triste, mica ha tutti i torti.

Advertisements

5 thoughts on “cambiare il corso della storia

  1. si, ha ragione. ma la realtà è che non abbiamo potere su ciò che si succede ma su come reagiamo si; quella è l’unica cosa su cui abbiamo potere e che ci fa passare dall’essere vittime alla scelta.ma forse alla sua età si avrebbe il diritto di essere un po’ più leggeri anche se, credimi, vedo che alle volte persone che hanno sofferto molto e da molto piccole hanno più strumenti di altre per affrontare la vita.un abbraccio

  2. è nell’illusione di poter cambiare il corso della storia, perché sarebbe giusto, perché ce lo meritiamo, che ci si fa male.
    non ha torto, la ragazza, deve trovare la sua misura di cambiamento e scoprire che è alquanto piccola: non fa piacere, no, proprio per niente

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s